Lo Start-up Incubator ha creato, nell'ambito del progetto Interreg Startup.Euregio, una rete di mentor per le start-up in Alto Adige.

L'obiettivo è quello di riunire in un’unica rete imprenditori e manager di successo che desiderano sostenere le start-up con la loro competenza ed esperienza. Ciascun mentor mette a disposizione ogni anno gratuitamente 10 ore del proprio tempo, che le start-up possono prenotare. Lo Start-up Incubator si occuperà del coordinamento degli appuntamenti.

Image

Andreas Loacker è entrato nell’omonima azienda familiare nel 1996, dove ora riveste il ruolo di amministratore e responsabile per la ricerca e lo sviluppo. In precedenza ha lavorato presso diversi produttori dolciari in Germania e Svizzera. Nel corso della sua carriera ha acquisito una preziosa esperienza nel settore del packaging e dell’ottimizzazione del prodotto.

Image

Erich Falkensteiner è fondatore, chairman e contitolare del FMTG-Falkensteiner Michaeler Tourism Group. Il gruppo, col tempo, è arrivato a contare 33 hotel e residence Falkensteiner in 7 paesi e più di 20 altre società. Cresciuto in una famiglia di albergatori, fin da quando aveva 19 anni ha lavorato per ampliare l’azienda familiare e avviare nuove ditte, attività economiche e partnership. Da alcuni anni è anche attivo in veste di Angel Investor.

Image

Dopo la conclusione degli studi presso l’università commerciale Luigi Bocconi a Milano, Esther Ausserhofer ha proseguito la sua formazione prima in Inghilterra, poi negli USA. Dopo diverse esperienze professionali all’estero, nel 2010 è entrata nell’azienda familiare altoatesina Dr. Schär quale assistente del CFO. In questa posizione si è fatta carico di molti progetti M&A, tra gli altri in Spagna, USA e Brasile. Attualmente è consigliera d’amministrazione del Gruppo Dr. Schär e opera come consulente e Business Coach.

Image

Evelyn Kirchmaier è la direttrice generale di Markas Srl, un’azienda di servizi con sedi in Italia, Austria, Germania e Romania che dà attualmente lavoro a 9.000 collaboratori. Fa inoltre parte di diversi consigli di amministrazione e comitati consultivi in Italia e Austria. Nel corso della sua carriera ha tenuto innumerevoli relazioni, rilasciato interviste e partecipato a dibattiti sulle imprese familiari, sulla donna nell’economia e su molti altri temi.

Image

Federico Giudiceandrea è fondatore e CEO di Microtec, l’azienda leader mondiale nel settore degli scanner per l’industria del legno. È inoltre presidente di Assoimprenditori Alto Adige e consigliere camerale della Camera di commercio di Bolzano. Essendo stato in passato egli stesso uno start-upper, sostiene innovazione e ricerca, i motori dello sviluppo del nostro territorio.

Image

Heiner Oberrauch è presidente del gruppo Oberalp Salewa. È entrato nel mondo imprenditoriale molto presto: a soli 19 anni, insieme al fratello maggiore, ha aperto la prima filiale Sportler a Bolzano. Oggi del gruppo aziendale fanno parte Salewa, Dynafit, Pomoca, Wild Country e, da poco, anche il marchio americano per scalatori Evolv. Il gruppo impiega 650 sviluppatori del marchio, conta 10 filiali internazionali ed esporta in oltre 40 Paesi.

Image

Marius Eccel è cresciuto in un’impresa familiare. Nel 1907 il nonno ha fondato l’azienda Daunenstep Spa di cui Marius Eccel è oggi amministratore delegato. È inoltre amministratore delegato di Rentevent, siede da 13 anni nel consiglio di amministrazione di Lavarent Srl ed è membro del gruppo Giovani imprenditori Alto Adige. Nel 2019 è stato inoltre cofondatore della start-up STEC Srl, attiva nel settore dell’hospitality.

Image

Come membro della famiglia fondatrice di Gruber Logistics, Martin Gruber conosce il concetto di imprenditorialità fin da piccolo. Oggi Gruber Logistics è un’azienda multinazionale con quasi mille collaboratori e sedi in tutta Europa. Dal 2017 Martin Gruber è azionista di maggioranza e CEO del gruppo.

Image

Per 23 anni Maurizio Bergamini ha diretto la Ripartizione Innovazione, Ricerca e Università della Provincia autonoma di Bolzano. Durante la sua direzione hanno avuto luogo la fondazione della Libera Università di Bolzano, la nascita del Business Innovation Centre (BIC), diventato più tardi TIS e oggi parte di NOI Techpark, e l’emanazione della legge provinciale n. 14 per la promozione di ricerca e innovazione.

Image

Riccardo Fisogni per 13 anni è stato attivo in grandi aziende finanziari, nelle quali ricopriva ruoli direttivi in diversi settori come l’amministrazione del patrimonio e l’Investment Banking. Nell’ultimo periodo si è specializzato in consulenza alle aziende, Open Innovation e investimenti in start-up. È membro della rete Business Angels e dell’Investors Club of Trentino; è anche investitore e mentore di start-up.

Image

Il nonno di Stefan Rubner è stato ciò che oggi chiamiamo uno start-upper: in Val Pusteria ha fondato la prima segheria alimentata dall’energia idroelettrica, segheria che oggi è diventata un’azienda multinazionale. Imprenditorialità e gestione dell’innovazione sono pertanto valori che Stefan Rubner ha vissuto in prima persona fin da piccolo. Ancora oggi il Gruppo Rubner è in mano alla famiglia. Nelle vesti di vicepresidente Stefan Rubner segue un totale di 20 sedi in quattro Paesi.

Image

Vincent Mauroit, nato in Belgio, lavora dal 1997 nel settore automotive di Röchling. Oggi ricopre il ruolo di General Manager Innovation & Business Development dell’azienda. Nel corso della sua carriera ha acquisito un prezioso know-how in ambiti come il quality management, gli acquisti, il general management e la gestione dell’innovazione. Dato che la ditta Röchling stringe volentieri partnership con giovani aziende innovative, ha maturato molta esperienza anche nel campo delle start-up.

Image

Nel gruppo aziendale High Technology Industries (HTI) Werner Amort ricopre due posizioni di grande responsabilità: è CFO, ovvero capo del settore finanziario, di Leitner ropeways e CEO della ditta Prinoth. In tal modo rappresenta il perfetto punto di riferimento per tutte le questioni nel campo della finanza, del management, dell’export e dell’innovazione.

Image

Wolfram Sparber è il direttore dell’Istituto per le energie rinnovabili fin dall’istituzione di EURAC Research, avvenuta nel 2005. In questo modo ha potuto portare avanti fin dal primo momento la definizione e lo sviluppo delle priorità dell’ente. Wolfram Sparber ha studiato fisica applicata, quindi ha lavorato sia presso istituti di ricerca, sia per diverse aziende nel campo dell’energia, come Alperia Spa, dove ricopre il ruolo di vicepresidente del Consiglio di sorveglianza.