Giovani ricercatrici e ricercatori raccontano

Non sarà alla loro postazione in laboratorio, ma “Out of the Lab” che gli interessati potranno incontrare, da marzo a maggio, giovani ricercatrici e ricercatori che lavorano in Alto Adige. Durante sei incontri pubblici al NOI Techpark racconteranno la loro carriera e i contenuti del loro lavoro di ricerca. Scopo della serie di eventi, organizzata da IDM Alto Adige assieme alla cooperativa sociale Young Inside con il sostegno dell’Ufficio Politiche Giovanili della Ripartizione Cultura Italiana della Provincia, è quello di avvicinare la popolazione alla ricerca scientifica. La rassegna è stata introdotta da una serata sulla comunicazione scientifica con l’Assessore Christian Tommasini e i due esperti del tema Erica Villa e Jacopo Pasotti.

 Come si rende accessibile la scienza alla maggior parte della popolazione e come si entusiasmano in particolar modo i ragazzi per l’innovazione e la ricerca? Presentando loro giovani scienziati che raccontano con passione e impegno quello a cui stanno lavorando e perché lo fanno. Nei sei incontri della serie “Out of the Lab” dodici studiosi selezionati parlano del loro lavoro di ricerca. Per quest’iniziativa i settori della cultura, dell’innovazione e della ricerca per la prima volta lavorano a stretto contatto per presentare questi giovani talenti in Alto Adige e assegnare loro un ruolo di ambasciatori della scienza.

«Da sempre consideriamo i giovani una risorsa per tutta la collettività», dichiara l’Assessore provinciale Christian Tommasini, «e progetti come questo sono fondamentali per portare alla luce le storie e i volti dei ragazzi che con il loro impegno nella ricerca ogni giorno aiutano la nostra società a crescere. Inoltre questa innovativa alleanza tra cultura e scienze permette di avvicinare la cittadinanza a tematiche percepite come distanti e a diffondere un'idea di cultura come strumento di coesione sociale sul territorio, proprio grazie all'investimento sui giovani». Allo stesso scopo mira anche Hubert Hofer, direttore del dipartimento Development di IDM al NOI Techpark: «Il Parco tecnologico non è una torre d’avorio, è qui per tutti, anche per il grande pubblico. Quest’anno iniziamo perciò una serie di eventi rivolti al pubblico, alcuni dei quali si concentrano sulla comunicazione scientifica, come questa iniziativa. Così vogliamo coinvolgere gli altoatesini sui temi di ricerca e sviluppo, affrontati quotidianamente al NOI Techpark».

I dodici ricercatori che prendono parte alla serie di eventi, sette donne e cinque uomini, provengono da nove diversi istituti di quattro enti di ricerca altoatesini. Si occupano di temi come “Sviluppo del naso e della lingua elettronica”, “Turismo e sviluppo territoriale” oppure “Animali del suolo nell'ambiente alpino“. Per poter comunicare efficacemente i loro temi, in parte molto complessi, partecipano tutti assieme a un workshop sulla comunicazione scientifica. I loro coach sono Erica Villa e Jacopo Pasotti, relatori dell’evento d’apertura ed esperti per la comunicazione di tematiche scientifiche. Gli eventi aperti al pubblico sono in programma per il 7 e il 21 marzo, il 4 e il 18 aprile, il 2 e il 16 maggio. In giugno si svolgerà un grande evento conclusivo. 

Giovani ricercatrici e ricercatori raccontano