Edifici sostenibili: Eurac Research incontra le aziende del settore

Sono 12 le aziende provenienti dall’Alto Adige, Trentino, Lombardia e Veneto che durante la giornata di ieri hanno incontrato gli esperti di energia di Eurac Research in tavoli di lavoro tematici. Si tratta di aziende produttrici che lavorano nel campo del riscaldamento e raffrescamento sostenibili per gli edifici, di componenti e facciate che permettono il risparmio energetico e di soluzioni architettoniche per edifici green. Durante gli incontri svolti al NOI Techpark, le imprese hanno raccontato ai ricercatori le proprie esigenze in fatto di test e di supporto allo sviluppo di prodotti innovativi e hanno ricevuto input sullo stato della ricerca portata avanti in Eurac Research. Tra le aziende presenti in Alto Adige e Trentino che hanno partecipato al meeting ci sono Rubner Haus, Finstral, Geo Sun, Innova e Tassullo.

L’Istituto per le energie rinnovabili di Eurac Research è già da tempo un punto di riferimento per le aziende, locali e non. In questi anni insieme alle imprese i ricercatori hanno realizzato prototipi e nuovi elementi tecnologici: un esempio sono i 224 moduli di facciate multifunzionali e prefabbricate utilizzati per la prima volta in due condomini risanati a Bolzano nella cornice del progetto europeo SINFONIA. Le facciate sono state realizzate da un consorzio di imprese guidate dalla Aster Holzbau con il supporto dei ricercatori di Eurac Research. Insieme all’azienda Stahlbau Pichler, invece, i ricercatori hanno realizzato un prototipo di facciata per migliorare il condizionamento degli edifici, che permettono di consumare meno e rendere gli interni più confortevoli.

“Per favorire la nascita di queste collaborazioni, oltre al contatto quotidiano con le imprese, abbiamo ideato una giornata di incontri annuale e più strutturata,” spiega Wolfram Sparber, direttore dell’Istituto per le energie rinnovabili di Eurac Research, “divisi in tavoli di lavoro, i ricercatori di Eurac Research aggiornano le aziende sullo stato della ricerca portata avanti negli ultimi 12 mesi e ricevono importanti input su esigenze e infrastrutture necessarie al mondo dell’impresa per sviluppare prodotti innovativi, di alta qualità e competitivi sul mercato”.

“Questo tipo di incontri sono per noi fondamentali per rimanere aggiornati su importanti novità di ricerca nei settori in cui lavoriamo, scoprire nuove applicazioni per i nostri prodotti e conoscere le richieste e necessità degli altri partner industriali presenti a questo meeting,” commenta Francesco Bellò di Clivet, azienda veneta che si occupa di sistemi e impianti di climatizzazione, “al momento stiamo ad esempio collaborando con i ricercatori di Eurac Research e altre aziende europee per realizzare soluzioni economiche per il risanamento di case multifamiliari”. Oltre a collaborare allo sviluppo di prodotti e tecnologie all’interno di cornici garantite dai finanziamenti europei, le imprese possono usufruire dei laboratori dedicati alle energie rinnovabili presenti al NOI Techpark. Qui le aziende, supportate dagli esperti di Eurac Research, possono mettere alla prova prodotti e componenti in fase di sviluppo — come facciate di nuova generazione, pompe di calore e pannelli fotovoltaici — ricevendo informazioni sulle performance e acquisendo indicazioni su come migliorarli prima di immetterli sul mercato.

Per maggiori informazioni: valentina.ciolli@eurac.edu

Edifici sostenibili: Eurac Research incontra le aziende del settore