8 min read
Trend, approfondimenti, visioni: conoscere per orientarsi in un futuro di cui non possediamo la mappa
Condividi questa news
WhatsappWhatsapp
2020-04-02 2020-03-31 31 Marzo 2020 - Alexander Ginestous
8 min read
Image

Quali saranno le tendenze post Coronavirus? La rete si interroga: ecco alcune risorse e spunti interessanti 

Informarsi per orientarsi. Conoscere per capire come sta cambiando, rapidamente, il panorama intorno a noi. In pochissime settimane l’emergenza Coronavirus ha modificato la mappa con la quale guardiamo al mondo e con la quale costruiamo i nostri percorsi, anche professionali. L’incertezza sul futuro ma soprattutto l’esigenza di interpretare il presente ha fatto crescere in ognuno di noi la necessità di aggiornarsi per potersi così adattare al meglio, soprattutto in ambito lavorativo. Le aziende sono chiamate a un cambio di paradigma e lo smart working è passato presto da soluzione virtuosa a necessità. Imparare a riorganizzare da remoto il proprio lavoro utilizzando nuovi strumenti è la nuova sfida che attende le aziende, sempre più impegnate nella ricerca di guide e consigli utili su come fronteggiare il periodo attuale. Sono in molti in rete ad offrire spunti e contributi: dai podcast, ai webinar, passando per approfondimenti di visione su magazine e tool da poter scaricare. Oltre a quelli che forniremo nella nostra sezione Reagire alla crisi ecco una raccolta di contenuti utili per orientarsi in questa fase di grande flessibilità e dinamismo.

I grandi trend del cambiamento 

Nulla sarà più come prima, si dice. Sì, ma come esattamente? Ovviamente quella di adesso è una fase di studio, è ancora presto per poter dare risposte, eppure ci sono già segnali che è utile prendere in considerazione: aumenteranno a dismisura gli investimenti in sanità e settore biotech; trend simile per tutti i servizi in cloud e di teleconferenza le cui azioni stanno volando in borsa. Sono anche settori in cui le startup nei prossimi mesi potranno trovare grossi investimenti. Investimenti che invece, per gran parte di loro, rischiano di essere molto più difficili da reperire. E’ il Cigno Nero del 2020 di cui Sequoia, uno dei più importanti fondi di Venture Capital al mondo, ha parlato nella sua lettera ai soci dando loro sei consigli da tener presente in questa fase. Indicazioni riguardanti la volatilità del mercato, il cash flow e le spese per il marketing che valgono le startup tecnologiche ma sembrano in gran parte valide anche per moltissime aziende. Altri trend probabili nel prossimo futuro? La progressione dell’elettrico, che sembrava inarrestabile, rischia di rallentare; così sarà per la sharing economy e il mercato immobiliare; cambia addirittura il rapporto con i propri risparmi e le strategie di gestione del proprio patrimonio.

Podcast e smart working

Il lavoro si evolve ogni giorno e noi dobbiamo stare al passo coi tempi. Flessibilità, idee, opportunità, il lavoro intelligente del futuro passa attraverso la digitalizzazione tecnologica delle aziende e il cambiamento del sistema economico. Luca de Biase de “Il Sole 24 Ore” ci porta dentro il mondo dello smart working con i suoi podcast “I lavori del futuro”. Sulla stessa linea anche Fabio Crestale di “PodcastItaliani” che offre una panoramica sull’evoluzione di questo panorama, muovendosi attraverso regole per rendere il telelavoro efficace e consigli su come ottimizzare le proprie risorse

Interessanti e coinvolgenti poi i contributi di due figure femminili. La prima è Audra Bertolone con il suo “Lavoro da casa”, in cui racconta storie personali e dona consigli su tutte le sfumature dello smart working partendo dalla sua esperienza personale di madre e lavoratrice. Di organizzazione del lavoro (soprattutto per i freelancer) parla invece Chiara Battaglioni con il suo WorkBetter, consigli utili per darsi una regola in un mondo difficile ed in continuo mutamento.

L’analisi della crisi

In ogni crisi che ci colpisce va identificato un prima e un dopo. L’epidemia di Coronavirus ha cambiato molte cose, ma molte altre ancora cambieranno, soprattutto in ambito lavorativo. La domanda è quasi scontata: stiamo dando la migliore risposta possibile? Ora stiamo vivendo un momento di caos e rottura, il futuro ci regalerà una società decisamente diversa da quella che conosciamo: qui un’analisi a riguardo con un particolare focus sul lavoro delle classi dirigenti, impegnate in primis, a trainare poi la ripresa della crisi.

Sulla stessa linea una riflessione su come la crisi sia effettivamente un veicolo di cambiamento. Il modo di lavorare, le relazioni e la maniera di “fare capitalismo” sono in continuo mutamento, e bisogna saper sfruttare tutti momenti che ci capitano sotto mano e trarne il meglio, per noi stessi, per le nostre aziende, per la nostra economia: «Per non lasciare che questa crisi vada sprecata».

Se volete invece capire come riuscire a gestire al meglio un team anche da remoto e avere una overview di tutto il lavoro che viene svolto dai collaboratori, ecco a voi 8 consigli su come farlo e 6 modi per mantenere alto il morale ed essere empatici con i propri dipendenti. Già è difficile gestire sé stessi durante una quarantena, controllare un intero gruppo di lavoro può essere ancora più complicato: la chiave (spoileriamo) sta tutta nella comunicazione interpersonale. Mai così importante come in questo momento di distanze.

Quattro scenari futuri ci mostrano invece come si presenterà il mondo una volta che la crisi legata al Covid-19 sarà terminata. Il quarto scenario il più ottimistico, ci regala una società più resistente e consapevole nel rapporto tra le persone. Ma la domanda che ci poniamo tutti rimane: cosa riuscirà a sorprenderci quando la crisi sarà finita?

Tool per organizzare il lavoro 

Riuscire ad avere il controllo del proprio lavoro anche da remoto è la sfida più importante e al tempo stesso la più difficile. Le armi per vincerla sono gli strumenti giusti per gestire idee, pianificare e tenere sotto controllo il flusso di lavoro. In proposito esistono tool digitali pensati ad hoc per ottimizzare risorse e tempo, sia per utenti singoli che per interi team di lavoro: qua trovate ben 18 esempi di strumenti efficaci e comodi per rendervi produttivi ed efficaci. La tecnologia ci è venuta incontro negli anni per rendere il lavoro agile pari a quello classico d’ufficio. Ed è tempo che tutti si adattino a queste tecnologie per vincere la sfida del cambio di paradigma.

Un nome? Trello. È uno dei migliori tool di project management disponibili attualmente sul mercato e permette di creare task su una bacheca virtuale grazie a un’interfaccia semplice e intuitiva. Slack invece consente di avere delle chat interne per aggiornarsi velocemente tra colleghi. Il tool fa condividere file in modo facile e veloce, con una notevole riduzione del continuo scambio di e-mail fra colleghi. Tra i più famosi c’è infine Google Drive che permette di condividere e modificare file e documenti attraverso opzioni di sharing.

Per scoprire invece come lavorare in maniera intelligente calibrando tutte le risorse a vostra disposizione e diminuire fatica e stress vi consigliamo queste linee guida. Project managers, responsabili d’azienda e direttori sono infatti sempre alla ricerca di strumenti che possano diminuire il carico di lavoro, rendendoli più produttivi ed efficienti nel minor tempo possibile.

Webinar: dalla sicurezza al futuro dell’impresa 

Le aziende che vogliono fronteggiare la crisi hanno due possibilità: essere vittime del cambiamento oppure creatori di nuove opportunità. Essere dei “Gamechanger” potrà portarvi a vedere la crisi economica da un altro punto di vista e capire come sfruttare le occasioni che ne derivano. Il webinar di Meduri&Spanu in lingua tedesca vi darà una panoramica proprio su questo: cambiate il vostro business e rendetelo più intelligente grazie a metodi semplici e mirati. Solo così Solo così si potrà intraprendere la strada del successo.

Altro tema necessario da approfondire è quello relativo alla sicurezza. Lavorare online presenta dei rischi che vanno riconosciuti ed è utile saper azzerare le problematiche legate ai dispositivi. Dalla sicurezza in cloud alla gestione del pacchetto Office passando per la secuity per le PMI: per saperne di più questa serie di lezioni centrano di sicuro l’obiettivo.

Utile può essere anche posare lo sguardo verso altre imprese. Come stanno affrontando l’emergenza? Le testimonianze di aziende come Zurich e A2A saranno al centro del webinar di 360DigitalSkill. Cinque lezioni per capire come si sta evolvendo il mondo dell’economia e non solo dato che verranno approfonditi gli aggiornamenti normativi definiti dal Dpcm del 1° marzo con il contributo di Francesca Gagliarducci, vice segretario generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Su Rinascita Digitale invece, c’è una maratona no-stop di formazione gratuita in live streaming dedicata ai temi dello sviluppo d'impresa e gestione finanziaria, smart working e digital transformation, comunicazione digitale e marketing.
Fino al 10 aprile, professionisti, esperti, ricercatori e innovatori si alterneranno in diretta per dare consigli e porre la lente d’ingrandimento sulle tematiche del futuro.

Condividi questa news
WhatsappWhatsapp