4 min read
Ricerca da vivere. E toccare con mano
Condividi questa news
WhatsappWhatsapp
2021-11-18 2021-11-18 18 Novembre 2021
4 min read
Image

Quali opportunità si stanno aprendo per le aziende grazie alle tecnologie digitali? Ne parliamo con Dominik Matt, direttore di Fraunhofer Italia e professore universitario. Con un’incursione nel centro applicativo ARENA.

Professor Matt, quando si parla di digitalizzazione in Alto Adige non si può non menzionarla, sia in quanto direttore del dipartimento di ricerca di "Industrial Engineering & Automation (IEA)" della Facoltà di Scienze e Tecnologie della Libera Università di Bolzano, sia in quanto direttore dell’istituto di ricerca Fraunhofer Italia di Bolzano. Ci fa un esempio specifico di come si promuove la digitalizzazione qui al NOI? 

Dominik Matt: Smart-Pro è un esempio interessante: come parte di questo progetto, noi di Fraunhofer Italia stiamo costruendo al NOI Techpark il dimostratore di un sistema di produzione flessibile. Ciò significa che è possibile sviluppare scenari applicativi specifici per argomento nel campo dell'automazione flessibile. Il nostro obiettivo è consentire alle aziende di realizzare progetti di ricerca innovativi per la riconfigurazione dei moduli produttivi e dell'intelligenza artificiale nell'ambito di un paradigma Industria 4.0, in ottica sostenibile.

Questo significa che il NOI sta già lavorando in modo specifico alla cosiddetta “doppia trasformazione”?

Sì, la trasformazione digitale orientata alla sostenibilità è l'obiettivo principale del nostro centro applicativo ARENA al NOI Techpark, dove stanno prendendo forma le attività di ricerca applicata di Fraunhofer Italia. Qui lavoriamo su temi di tendenza nei settori della produzione e delle costruzioni, con l'obiettivo di promuovere la resilienza e le strategie aziendali sostenibili, parallelamente alla digitalizzazione e all'innovazione. Grazie ai nostri dimostratori tecnologici di nuova generazione per aziende, imprese e società locali, mostriamo come la digitalizzazione possa supportare i processi di lavoro e cerchiamo di ispirare i visitatori con la nostra ricerca. Questo crea uno scambio costruttivo basato su come le aziende possono trarre vantaggio dalla ricerca applicata a breve, medio e lungo termine, con esempi di applicazioni pratiche.

Quanto è importante una struttura come NOI Techpark per queste attività?

La particolarità del NOI è che qui formazione, scienza ed economia lavorano fianco a fianco. Questo è estremamente importante soprattutto per una struttura come Fraunhofer Italia. Per noi il parco tecnologico è un luogo di collaborazione proficua e intensa con altri istituti di ricerca, aziende e associazioni. Competenza, conoscenza e idee si intersecano in modo fluido e e imprese altoatesine possono direttamente "vivere e toccare con mano" gli esiti della nostra ricerca.

In che misura si lavora con altri istituti di ricerca e partner del NOI?

C'è già un bello scambio. Tuttavia, si potrebbe lavorare in modo ancora più sinergico con altri partner di ricerca su un'ampia varietà di argomenti nel campo della digitalizzazione delle aziende, un esempio è la produzione intelligente. È stato indetto un bando da NOI S.p.A. per unire le forze e farle confluire in un polo europeo dell'innovazione digitale. Questa sarebbe sicuramente una spinta in più.

Dove vede le prossime grandi sfide nel campo della digitalizzazione?

La pandemia ha dato un grande impulso anche per Industria 4.0 e ha dimostrato che le imprese sono effettivamente più resilienti grazie alla digitalizzazione. La sfida attuale per le grandi aziende in settori come l'industria alimentare o la farmaceutica è soddisfare la crescente diversità di variazioni dal lato della domanda. Si tratta di aziende già altamente automatizzate che stanno rafforzando la rete digitale in vista di una maggiore flessibilità. Al contrario, le tipiche piccole e medie imprese devono recuperare un po’ di ritardo. Ma sono fiducioso. Un esempio è la Smart Mini Factory di unibz nell'ambito dell'aggiornamento dei team aziendali. Grazie alla buona collaborazione con le associazioni imprenditoriali, le informazioni a disposizione di molte aziende sono già abbastanza evolute. Tuttavia, con dimensioni aziendali di questo tipo, l'esborso finanziario spesso ostacola l'investimento in queste tecnologie, sebbene vi sia anche la possibilità di ridurre i costi attraverso progetti congiunti con altre aziende. Sicuramente bisogna intervenire sulla cultura - e il NOI Techpark è il posto giusto per portare a termine anche questa missione.

Condividi questa news
WhatsappWhatsapp