7 min read
La casa intelligente ha il cervello nel tetto
Condividi questa news
WhatsappWhatsapp
2020-11-23 2019-11-29 29 Novembre 2019 - Alexander Ginestous
7 min read
Image

Una tecnologia che vede tutti gli elementi fondamentali per il funzionamento di un’abitazione integrati nella copertura. Così Mas Roof ha realizzato il primo, rivoluzionario, tetto multifunzionale esistente sul mercato, che mette insieme sostenibilità e un risparmio del 30% per il cliente

La rivoluzione sopra la testa. Basterà alzare gli occhi in su per trovare un prodotto unico sul mercato: il primo tetto multifunzionale che fa funzionare la casa. Tenendo insieme, ad esempio, riscaldamento e serbatoi dell’acqua, deumidificazione e produzione di energia rinnovabile. Così come verso l’alto è salita Mas Roof, la tech company che ha trovato a NOI Techpark, ai piedi delle Alpi, l’ambiente ideale per far decollare un progetto ambizioso quanto utile. Quando impresa e ricerca si fondono, i risultati sono assicurati. La spinta è arrivata dal polo innovativo altoatesino, ed è stata forte. Tanto che il crowdfunding appena partito, con l’obiettivo fissato a 800mila euro, ne ha già raccolti 100mila in pochi giorni. Il tetto intelligente alimentato da pannelli fotovoltaici piace: è innovativo, funziona bene e accarezza l’ambiente con la sua sostenibilità e – non ultimo – permette un risparmio al cliente stimato attorno al 30%, se considerati prezzi medi di coperture e impianti.

I primi passi: una soluzione multiuso

L’azienda è nata nel 2016, quando il project manager ed imprenditore Mario Damo ha deciso con i suoi soci di sfruttare le agevolazioni statali per le startup innovative: «Siamo ricorsi ad un finanziamento nazionale che permette di avere il 70% di contributi per i propri progetti. Nel nostro caso avevamo bisogno di investire fortemente nel perfezionamento della progettazione, nel deposito di brevetti e nell’incrementazione della parte produttiva». Così la startup ha iniziato a lavorare alla realizzazione di un primo prodotto innovativo, un modulo strutturato che potesse sfruttare le potenzialità delle energie rinnovabili. Un sistema facile da trasportare e installare, ideale per realizzare tetti e coperture in modo semplice, veloce ed economico, che racchiudeva in sé una struttura modulare autoportante e antisismica, insieme al sistema isolante, i pannelli solari o fotovoltaici e il rivestimento esterno. Un prodotto brevettato e certificato pensato per più applicazioni: dagli edifici residenziali alle tettoie fotovoltaiche, fino ad arrivare a garage e parcheggi. Numerose soluzioni che hanno portato l’azienda ad entrare in contatto con NOI Techpark, luogo ideale per fare un ulteriore salto di qualità.

Tecnologia 2.0

Fondamentale è stato l’incontro con Stefano Dal Savio, esperto in green technologies di NOI Techpark. L’idea di Mas Roof è di creare un tetto che non abbia solamente una parte attiva, regolata dai pannelli fotovoltaici sulla superficie, ma anche una passiva, ovvero che possa contenere tutti gli impianti indispensabili per il corretto funzionamento dell’abitazione. Il perché è presto detto: avere un prodotto che sia frutto di un’integrazione di elementi, per poter quindi eliminare la ridondanza industriale, facilitare il montaggio in tempi veloci ed abbattere i costi di installazione. L’edificio che verrà a crearsi avrà le classiche caratteristiche CasaClima, e includerà tutte le modalità energetiche di un edificio: generazione di calore, isolamento termico, ricambio dell’aria, pannelli fotovoltaici, stoccaggio termico (serbatoio acqua calda), ventilazione meccanica, canalizzazione e sistema di distribuzione a soffitto. Sarà di fatto il primo tetto multifunzionale esistente sul mercato.

Per stare dentro al mercato però, la startup si è posta un target industriale ben definito: «Vogliamo vendere dalle 1000 alle 4000 case all’anno – spiega Damo –. Un tetto medio è di circa 80/100 metri quadri con una potenza di 5 Kw e circa 60 pannelli integrati. Rapportandoci ai prezzi normali di mercato per la realizzazione del tetto e degli impianti di un edificio altrettanto performante, il cliente può risparmiare anche un buon 30%». «Abbiamo subito creduto in questo progetto, fin dal primo giorno in cui l’azienda è venuta a chiederci aiuto – racconta Dal Savio -. Il prodotto è estremamente innovativo e riprende a pieno il concept e la filosofia del nostro parco tecnologico, quella del trarre ispirazione dalla natura».

Dall’idea al prototipo: il ruolo di NOI Techpark

Il ruolo di NOI Techpark si è strutturato in tre passaggi fondamentali: «In primis abbiamo cercato di individuare i partner migliori per sviluppare al meglio questa tecnologia 2.0. Abbiamo portato avanti un lavoro di scouting cercando di scovare chi potesse progettare e chi costruire gli impianti, oltre ad esperti in grado di identificare una corretta architettura estetica. Si sono così unite al progetto aziende quali Eurotherm – che svilupperà e fornirà il sistema di ventilazione meccanica e di distribuzione a soffitto – l’azienda Energytech, che svilupperà il sistema energetico insieme all’azienda Frigosystem - mentre l’architetto Manuel Benedikter studierà gli aspetti architettonici compatibilmente alle necessità di industrializzazione del prodotto. Abbiamo quindi coinvolto anche Eurac Research che effettuerà la validazione delle prestazioni delle strutture» spiega Dal Savio. Mas Roof infatti possedeva importanti competenze in ambito industriale, ma aveva bisogno di rafforzare il proprio appeal sul mercato e nel mondo dell’efficienza energetica, trovando le migliori competenze per realizzare il progetto. Un matrimonio efficace tra capacità industriale e know-how locale nel costruire un edificio energeticamente efficiente.

La seconda attività portata avanti dal settore green di NOI Techpark è stata la creazione del team di progetto, generando allo stesso tempo un prodotto che potesse essere finanziabile tramite i contributi della Provincia Autonoma di Bolzano. Infine, la definizione di quello che sarà il prototipo vero e proprio, oltre alla moderazione e gestione dei tavoli di lavoro che si sono concretizzati in 30 incontri di coordinamento tra partner in 18 mesi. Dal prototipo allo sviluppo industriale, che si realizzerà in una struttura che sorgerà proprio a NOI Techpark, su un areale edificabile, con la creazione di una vera e propria casa con modulo 2.0 integrato.

 

Il crowdfunding

Ora Mas Roof ha deciso di lanciare una campagna di equity crowdfunding del valore di 800 mila euro, raccogliendone 100mila in breve tempo. Uno strumento, questo, che viene utilizzato dalle startup innovative: «Per chiunque abbia un progetto interessante e innovativo da poter finanziare questo è il metodo giusto, perché ti dà l’occasione di uscire dai canali speculativi nei confronti del cliente e aprire quelli emozionali che possono guardare al futuro», precisa Damo. E l’azienda si vuole rivolgere al mercato con massima trasparenza, cercando investitori che possano credere nel progetto ma non solo: «Ci piacerebbe trovare dei finanziatori che oltre a investire sulla nostra idea possano diventare dei partner strategici, creando delle sinergie forti all’interno del nostro business. Con il tempo, e grazie all’aiuto di NOI Techpark, i partner che già collaborano con noi hanno preso consapevolezza della validità di questo progetto. Viviamo in un’era in cui si sta consumando un cambiamento epocale nel campo delle soluzioni green, in cui ci sono tante proposte divise e nessuna integrata, e questo è un grosso limite per il consumatore». Ed effettivamente la filosofia della «progettazione unica» porta i suoi frutti: dalla convenienza in termini di costi e tempo di installazione fino alla facilità di trasporto anche in zone difficili.

SCHEDA

Mas Roof Srl è una Tech Company insediata a NOI Techpark. Il nome “MAS” è acronimo di modulare antisismico e solare, tre caratteristiche che racchiudono un nuovo modo di pensare il tetto. Mas Roof ha l’obiettivo di realizzare soluzioni modulari di edilizia sostenibile per il risparmio energetico e la conversione dell’energia solare. Il fine è quello di promuovere in tutto il mondo un innovativo concetto di tetto industrializzato, la soluzione completa per l’autoproduzione di energia pulita.

Condividi questa news
WhatsappWhatsapp