4 min read
Ricerca e impresa insieme: nasce «Fusion Grant», il bando che premia l’innovazione made in Alto Adige
Condividi questa news
WhatsappWhatsapp
2020-11-19 2020-07-14 14 Luglio 2020 - Alexander Ginestous
4 min read
Image

Quattrocentomila euro per finanziare otto nuovi progetti, sostenere ricercatori e ricercatrici under 40 e promuovere la sostenibilità ambientale

Otto progetti di ricerca, 400mila euro di finanziamento e la possibilità di incidere in prima persona sullo sviluppo e l’innovatività del sistema economico altoatesino. Una doppia opportunità per ricercatori e imprese che con il loro know-how e le loro competenze possono lavorare fianco a fianco per dare un’ulteriore spinta alla risalita economica del territorio nel post Covid. Tutto questo è «Fusion Grant»: il bando nato su iniziativa della Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano, con la collaborazione di NOI Techpark, Südtiroler Wirtschaftsring-Economia Alto Adige (SWR-EA) e Rete Economia-Wirtschaftsnetz (RE-WN) per incoraggiare l’applicazione della ricerca scientifica allo sviluppo economico delle imprese e promuovere progetti che favoriscano la sostenibilità ambientale.

Un bando al sostegno di ricercatori e ricercatrici under 40

“Partnership” è la parola d’ordine del bando pensato per rafforzare la collaborazione tra ricerca e imprese. I progetti dovranno infatti essere realizzati attraverso la partnership tra un organismo di ricerca altoatesino con sede nell’Innovation District di Bolzano – a cui verrà affidato il ruolo di capofila – e un soggetto appartenente al sistema economico locale. Inoltre, dovrà essere previsto il coinvolgimento attivo di giovani ricercatrici e ricercatori under 40 con un titolo di dottorato già conseguito nel centro di ricerca capofila. Un’ulteriore dimostrazione di come la ripresa del tessuto economico del territorio passi, anche in questo particolare momento storico, da coloro che con passione si dedicano quotidianamente a progetti di ricerca ambiziosi e innovativi generando nuove conoscenze. Esattamente ciò che accade da sempre a NOI Techpark: «Uno dei nostri obiettivi chiave è quello di favorire sinergie tra il mondo della ricerca e quello dell’imprenditorialità. Per questo, grazie alle risorse messe a disposizione dalla Fondazione, unite all’expertise e alla rete del Parco Tecnologico, intendiamo far nascere nuove virtuose collaborazioni tra scienza ed economia, con un conseguente vantaggio per tutto il territorio altoatesino», chiarisce Hubert Hofer, vicedirettore di NOI Techpark.

Promuovere la sostenibilità ambientale

Sarà fondamentale che tra le finalità dei progetti finanziati ci sia quella di favorire una maggiore sostenibilità ambientale, riconoscendo in essa uno dei driver più importanti per lo sviluppo del territorio, nonché una leva fondamentale per uscire dalla crisi economica scatenata dalla pandemia. La sostenibilità è, infatti, intrinsecamente resilienza, competitività e riduzione del rischio. Un fattore irrinunciabile per ogni impresa che voglia guardare concretamente e responsabilmente al futuro proprio e del contesto in cui opera. «In un momento come quello che stiamo vivendo, c’è bisogno di una giusta combinazione tra conoscenza, ricerca e potere d’innovazione delle imprese. Il bando Fusion Grant vuole stimolare una sinergia tra questi player per percorrere nuove strade sostenibili verso il futuro», spiega Konrad Bergmeister, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio.

E le risorse dedicate sono considerevoli: 400 mila euro totali per finanziare otto progetti della durata di massimo un anno, un tetto di 50.000 euro l’anno concessi per progetto e per il compenso del personale di ricerca, e un 20% di investimento da parte delle aziende partner per le altre spese (attrezzature, materiali di consumo, consulenze da parte di terzi, spese di viaggio...).

A valutare i progetti in gara sarà una commissione composta da cinque membri: un rappresentante della Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano, un rappresentante di NOI Techpark, un esperto di tematiche legate all’innovazione e alla ricerca applicata e due rappresentanti del mondo imprenditoriale dell’Alto Adige. In caso di esito positivo il progetto potrà essere avviato entro marzo 2021.

La domanda di partecipazione: i dettagli

È possibile presentare la domanda di partecipazione al bando a partire da oggi, martedì 14 luglio, fino al 30 ottobre 2020 alle ore 12.00. L’esito verrà comunicato entro fine novembre 2020. L’organismo di ricerca capofila altoatesino dovrà scaricare e compilare i documenti presenti sul sito www.fusiongrant.info, e allegarli ad altri tre documenti: il modulo di richiesta, la descrizione del progetto, e il piano economico. Il pacchetto completo dovrà essere inviato via PEC all’indirizzo: fondazionecarispabz@pec.it.

All’email fusiongrant@noi.bz.it è possibile avere maggiori informazioni e chiarimenti, oppure è possibile telefonare al numero 0471 066 643. A questo link www.fusiongrant.info il bando completo con tutti i dettagli per partecipare.

Condividi questa news
WhatsappWhatsapp